Blog

Autocisterna sbagliata
Il “diesel” economico può essere costoso

Featured News

“Mi faccia il pieno per favore” Direttamente dalla cisterna che avrebbe dovuto essere particolarmente favorevole, il pensiero, ovviamente, di uno skipper che viaggiava davanti al isola dalmata di Molat e ha scoperto una nave cisterna attraccata al molo. L’equipaggio della nave cisterna, non necessariamente tedesco, era ancora estremamente disponibile e ha prontamente consegnato il tubo del serbatoio perfettamente pulito. Dopo aver caricatoi tra i 200 ed i 300 litri, era ora di pagare.

Solo allora si è capito cosa era successo: in passato presso il molo di Molat era attraccata “Zrmanja”, indubbiamente una nave cisterna, ma era una cisterna senza gasolio, ma carica di acqua potabile pura, che  fornisce gli abitanti delle isole Incoronate durante i mesi estivi. Una disattenzione che avrebbe potuto provocar grossi danni per lo skipper incurante. Almeno dopo questo passo falso ha reagito correttamente e non ha nemmeno provato a avviare il motore, ma ha immediatamente chiamato SeaHelp per chiedere aiuto ed è stato trainato fino al porto più vicino, dove il serbatoio è stato pulito a fondo.

Una piccola consolazione per lo skipper sfortunato: non avrà biisogno a breve di riifare la pulizia del serbatoio dalla morchia del gasolio. In futuro, probabilmente, per evitare confusione, utilizzare l’app SeaHelp: Sono elencate le stazioni di servizio Diesel corrette e alcune addirittura hanno uno sconto se ti identifichi come abbonato SeaHelp.